Menu

    Loggia del Sole : Chianti DOCG

    Chianti-Loggia-del-sole

    Zona di Provenienza
    Toscana, zone collinari del Chianti.


    Ambiente Pedoclimatico
    Zone collinari con altitudine max di 700 mt. slm e terreni costituiti da substrati arenacei, calcareo marnosi, scisti argillosi e da sabbia.


    Vitigni
    Sangiovese da un minimo del 75%, Canaiolo Nero fino al 10%, Trebbiano toscano e Malvasia del Chianti singolarmente o congiuntamente fino al 10%.


    Colore
    Rosso rubino brillante tendente al granato con l’invecchiamento.


    Caratteristiche
    Vino con bouquet ampio dal sapore fruttato floreale con note di marasca e viola mammola gusto secco, armonico.


    Abbinamenti Gastronomici
    Vino particolarmente indicato con arrosti, carni alla griglia e minestre saporite.


    Degustazione
    Servire alla temperatura di 18°-20° C.


    Vinificazione
    In rosso con macerazione di 7-8 giorni sulle bucce in serbatoi di acciaio inox.



    Download: Click here



    Bottiglia

    Bordolese 750 ml


    Capsula

    P.V.C. Rosso Bordeaux con scritta in parete


    Vitigno

    Sangiovese, Canaiolo Nero


    Temperatura

    18°-20° C



    TRA STORIA E LEGGENDA… Il Chianti è un prodotto che ha reso famosa la Toscana in tutto il mondo. Le prime documentazioni che hanno reso questo territorio un importante zona di produzione di vino risalgono al XIII secolo e sembra che si riferiscano alla Lega del Chianti, costituita a Firenze per regolare i rapporti amministrativi con i terzieri di Radda, Gaiole e Castellina produttori di un vino rosso a base di Sangiovese. Al 1398 risale il primo documento in cui il nome Chianti appare riferito al vino prodotto in questa zona e già nel 1600 le esportazioni di questo vino non erano più avvenimenti di tipo occasionale. Nel 1716, a Firenze, il Granduca Cosimo III de’ Medici emanò il Bando nel quale venivano specificati i confini delle zone entro le quali poteva essere prodotto il Chianti. Questo documento volle rappresentare in pratica una vera e propria anticipazione del concetto di Denominazione d’Origine Controllata. Sempre nello stesso anno egli emanò un Decreto con il quale instituì una Congregazione di vigilanza sulla produzione, la spedizione, il controllo contro le frodi ed il commercio dei vini.